Villa d’este

Villa d’este

- in In evidenza, Monumenti
189
0
villadeste

Una reggia che porta il nome del suo fondatore, Card. Ippolito II d’Este,  situata in un posto unico al mondo da vedere almeno una volta nella vita. Iscritta nei registri del sito dell’Unesco nel dicembre del 2001. Fra i criteri che le hanno permesso di avere questo prestigio due sono importanti per essere citati: la bellezza del giardino della villa, che ha influenzato profondamente lo sviluppo e la progettazione dei giardini di tutta Europa; essere uno degli esempi eccellenti del Rinascimento al suo apogeo. La villa fu costruita dal lavoro sapiente dell’architetto napoletano Pirro Lagorio, durata circa 20 anni a partire dal 1550. Furono operati dei lavori molto importanti, tra cui la costruzione di condutture idriche per far incanalare le acque del fiume Aniene all’interno delle numerose fontane presenti nella villa. L’opera impressionante che l’architetto napoletano realizzò all’epoca, ancora oggi alimenta le fontane. Realizzò, sotto la città, una galleria di 600 m che dal bacino dell’Aniene portava un incredibile quantità d’acqua fino alla vasca sotto la fontana dell’ovato. La villa è famosissima per le spettacolari fontane e per la bellezza dei giardini rinascimentali.

Per ogni altra informazione sulla villa vi metto a disposizione il portale di Tibursuperbum che è straordinariamente ricco d’informazioni e guide d’eccezione.

Portale Tibursuperbum

Facebook Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

L’Italia dell’atletica non vince più

L’articolo della rubrica storica del nostro blog, parte