scuola calcio del Villalba O. M 1952

scuola calcio del Villalba O. M 1952

cerini

Intervista al responsabile della scuola calcio del Villalba O. M, Antonio Cerini

Non è vero che le isole felici esistono solo nelle canzoni di Bennato o nei sogni dei bambini. Anche se esiste un abisso incolmabile tra calcio professionistico e dilettantistico, nelle scuole calcio si riesce ancora a sentire e provare una passione per lo sport che altrove si è perduta. Infatti ho ritrovato tutto questo nelle parole del responsabile della scuola calcio del Villalba, Antonio Cerini, il quale ci ha concesso un’intervista e riempito di entusiasmo. Una società, il Villalba, che soltanto come settore giovanile vanta 280 bambini iscritti, dagli anni 2003 ai 2010.

Qual’ è secondo lei la migliore ricetta per far crescere i futuri campioni?
Il concetto base che noi vogliamo costruire nei ragazzi è quello di educazione sportiva,  partendo dal rispetto delle regole, dell’avversario e di tutti coloro che, ogni giorno, lavorano e vivono la società.
Un ragazzo, prima di tutto, deve essere uno sportivo più che un campione. Educhiamo i ragazzi  ai veri valori dello sport, quali il rispetto reciproco, il gioco di squadra e l’amicizia.

Una considerazione sullo stato di salute del calcio giovanile dilettantistico.
Voglio dire subito che il livello tecnico delle squadre è sceso tantissimo in termini di qualità in tutti i settori. Quindi il nostro compito è quello di fornire gli strumenti tecnici e i mezzi necessari per colmare questa lacuna.
A tal proposito voglio ricordare che noi siamo stati un accademia del club della Juventus e questo ci riempie d’orgoglio, sia a livello professionale che tecnico. Infatti la F.c Juventus ci forniva i mezzi e le conoscenze tecniche durante tutto l’anno, attivando un programma d’allenamenti diversificati per età, dove mensilmente gli addetti tecnici verificavano se gli obiettivi erano stati raggiunti. Ora esiste una nuova collaborazione con un altro club professionistico, l’AC Perugia, il quale ci da la possibilità di svolgere degli incontri con i nostri mister per una maggiore qualificazione del nostro bagaglio tecnico.

Per concludere. Perché scegliere il Villalba?
Da un punto di vista personale e tecnico, noi offriamo un’alta professionalità avvalendoci dell’esperienza maturata, in passato, attraverso la collaborazione attiva con i tecnici e le metodologie di lavoro della Fc. Juventus e adesso, come già ho detto prima, della partecipazione dell’AC Perugia. Se potessi sintetizzare con tre parole il nostro modo di essere, direi: disponibilità, professionalità e divertimento. Scegliere il Villalba per noi è tutto questo.

 

Facebook Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

L’Italia dell’atletica non vince più

L’articolo della rubrica storica del nostro blog, parte