Fiera di san giuseppe

Fiera di san giuseppe

- in Eventi
137
0
FieraSGiuseppe

Fra gli appuntamenti-evento che la città di Tivoli organizza da tempo immemorabile è la Fiera di S. Giuseppe. Ogni anno, il giorno 19 marzo, quando l’inverno si prepara a fare le valige per spostarsi nell’altro emisfero, la fiera viene organizzata dall’Amministrazione comunale lungo le vie principali della città e i cittadini vivono questo appuntamento con molta partecipazione.

La storia della fiera di San Giuseppe in pillole – fonte: sito internet Tibursuperbum
La storia della fiera di San Giuseppe è relativamente recente. Risale al 2 marzo 1895 quando era sindaco della città, G. Battista Giannozzi. Allora la fiera, dedicata a San Giuseppe artigiano, si svolgeva per tre giorni, il 19, il 20 e il 21 Marzo e si vendevano merci varie e soprattutto bestiame. Si svolgeva in un’area delimitata tra Porta S.Croce, Prato San Giovanni e i Torrioni, la strada che oggi si chiama “via delle Nazioni Unite”, vicino al forno Campeti, che ancora oggi costeggia la Rocca Pia. Il motivo che spinse l’amministrazione comunale di allora, ad organizzare una fiera “commerciale”, fu quella di rilanciare l’economia tiburtina richiamando tanti visitatori dalle province vicine.
Nella contemporaneità, invece, la fiera subì molte modifiche organizzative, soprattutto nella durata e nei giorni dedicati ad essa. Negli anni settanta, infatti, la fiera si svolse in una sola giornata, quindi soltanto nella data canonica del 19 Marzo e venne spostata, nel ’73, lungo le vie del centro storico. Anche la vendita del bestiame subì pesanti modifiche negli anni a venire, fino ad arrivare alla definitiva sospensione della vendita nel 1987 quando era sindaco A. Boratto. In quegl’anni la fiera venne spostata nell’area di Piazzale Saragat e nel 1994 tornò nel centro storico.

Facebook Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

Along came Jazz

Torna trionfante, dopo alcuni anni di assenza, una